Website powered by

Alioscia Marzachi (Morato Group): “La MDD è un’opportunità, sta alle aziende intepretarla”

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Print

Creare un polo di eccellenza nel mondo della bakery che sia sinonimo di qualità, sicurezza e responsabilità. È la sintesi degli obiettivi che Morato Group sta perseguendo e sulla cui scia coltiva progetti per implementare linee già affermate e crearne di nuove che colmino le differenti esigenze alimentari di milioni di persone, non solo in Italia ma anche oltre i confini nazionali.

“L’impegno sul prodotto è infatti una tensione che non si esaurisce, che nasce dalla profonda conoscenza di ogni dettaglio e dalla volontà di perseguire un continuo miglioramento”, commenta Alioscia Marzachi, Group Sales Director del Gruppo.

Nel portfolio brand di Morato Group convivono marchi con posizionamenti distinti e precise aree di focus: Morato e Roberto, brand storici nel perimetro della bakery convenzionale e Nutrifree, brand di riferimento nell’ambito del free from food. “Brand con una forte heritage da valorizzare – precisa Marzachi – e che sono riusciti a costruire nel tempo un legame speciale con i propri consumatori. Recentemente si sono aggiunti al nostro portfolio il brand artigianale Rusticana, con una forte specializzazione nella pinsa ambient e frozen e Massimo Zero, marchio altoatesino di pasta secca senza glutine di alta qualità”.

Morato Group però non si arresta, e prosegue nell’ampliamento delle linee di tutti i propri brand. Esistono ancora spazi di mercato che il Gruppo vuole raggiungere con nuovi prodotti?

Ogni anno cerchiamo di intercettare nuovi insight dal nostro consumatore e di innovare in quasi tutte le nostre principali famiglie di prodotto. Morato prosegue il proprio viaggio alla ricerca delle nuove tendenze nel mondo della bakery con prodotti di nuova generazione per consumatori sempre più creativi e attenti all’equilibrio tra gusto e benessere. Dall’esigenza di sperimentare gusti innovativi e diversificati, arricchisce la sua linea a stelle strisce con American Sandwich con Segale, un pane a fette preparato con farina di segale e semi di lino e girasole, naturalmente fonte di fibre per un tocco rustico dal sapore ricco. Per la linea Spuntinelle lancia invece due diverse referenze “colorate”: Spuntinelle con Carota e Spuntinelle con Patata Viola, fette di pane senza crosta preparate con ingredienti naturali che donano al prodotto un gusto delicato e un colore intenso.

Roberto presenta una vera innovazione nel segmento buns: nasce il Triplo Burger, l’unico burger del mercato con uno strato in più. Facile da preparare perché già pretagliato e perfetto per valorizzare ogni farcitura grazie all’impasto soffice, arricchito da croccanti semi di sesamo in superficie.  Nutrifree infine inaugura il 2024 con tantissime novità nel mondo del senza glutine sia nel settore b2c che b2b. Debutta l’Hot Dog XL della linea Food Club, protagonista di un intero restyling grafico e di marca volto a valorizzare il segmento dedicato ai prodotti emblema dello street food e dell’aperitivo.

Quest’anno Nutrifree entra anche nel segmento pane senza crosta con una proposta – Tramezzino senza glutine – che si caratterizza per sofficità, gusto, versatilità. Dopo il lancio dello scorso anno di Ecco Fatto!, la linea di piatti pronti senza glutine con pasta e cous cous in 6 varianti di gusto, si arricchisce con la novità Cous Cous Exotic Style dal sapore etnico a base di curry, e 2 referenze dedicate al mondo della colazione: arrivano le cup Ecco Fatto! Porridge con Cioccolato e con Fragole e Mirtilli. Infine, il 2024 sarà un anno importante anche per la parte professional, Nutrifree infatti ha investito sul mondo del b2b con una nuova linea di miscele e farine per grandi lievitati, ProFree, nata in collaborazione con CAST Alimenti con l’obiettivo di offrire prodotti capaci di intercettare le esigenze dei professionisti, dando gli strumenti giusti a un comparto che ha bisogno di crescere al fine di rendere davvero inclusiva l’offerta al consumatore finale.

La MDD è sempre più presente nel carrello dei consumatori. Un segnale di allarme per Morato Group o un’opportunità?

La MDD è una realtà ormai sempre più rilevante anche grazie alla crescita dei discount che in Italia hanno continuato a mantenere un trend a doppia cifra. Morato Group lavora già da anni in ambito marca privata ed ha rafforzato ulteriormente la partnership con molti players della grande distribuzione. Concludo quindi dicendo che la MDD rappresenta un’opportunità e sta anche a noi interpretarla cercando di mantenere attivo il ruolo dei nostri brand grazie ad una ricerca e ad un’innovazione continua e costante.

La sostenibilità è un punto cardine della filosofia del Gruppo. Quali sono state le ultime iniziative intraprese?

Il nostro percorso di sostenibilità è iniziato oltre 5 anni fa, sancendo la forte volontà del Gruppo di dare sostanza alla propria missione: condividere con il mondo tutto il buono della bakery, non solo in termini di qualità del prodotto e rispetto di rigorosi protocolli di sicurezza alimentare ma anche in termini di responsabilità sociale e ambientale.

Quest’anno abbiamo presentato la 4° edizione del Report di Sostenibilità, in cui per la prima volta raccogliamo l’impegno di tutte le sedi del Gruppo, in Italia, Spagna e Francia. Passo fondamentale per divulgare la cultura sostenibile che Morato Group sta da tempo coltivando. Il 2023, in particolare, è stato caratterizzato dal consolidamento del ruolo del Comitato Sostenibilità attraverso il quale il Gruppo ha dato forza a numerose iniziative coerenti con il proprio percorso di sviluppo sostenibile. Solo per citare alcuni ambiti, sono numerosi gli investimenti in efficienza energetica ed energia da fonte rinnovabile, oltre a sostanziali progressi nella riduzione della plastica e nell’utilizzo di materiale riciclato nel confezionamento. Il Comitato di Sostenibilità di Gruppo, guidato dal Sustainability and Energy Manager, fonda la propria attività su un’attenta operazione di analisi dei rischi (ERM – Enterprise Risk Management), strumento essenziale per permetterci di affrontare le numerose e repentine sfide che il mondo ci pone, senza mai perdere la rotta e coerenti con l’impegno che abbiamo accolto.

Morato Group è oggi sempre più una realtà multinazionale e rappresenta uno dei principali player nel mercato della panificazione industriale in Italia, Francia e Spagna. Un Gruppo che racchiude anime diverse e che si impegna a valorizzarle. Ed è proprio questo l’approccio alla Sostenibilità che abbiamo scelto, valorizzare ogni singolo contributo e impegno per costruire una rotta solida e coesa verso una crescita sostenibile e coerente con la nostra identità e i nostri valori. Abbiamo investito in formazione per dare sostanza alla parola “sostenibilità”, renderla concreta, tangibile, alla portata di tutti. E abbiamo stretto relazioni sempre più solide con tutti i nostri stakeholders, dalle comunità locali alle pubbliche amministrazioni, dai fornitori ai partner commerciali.

Quali sono i mercati esteri in cui intendete svilupparvi?

Morato Group oggi è una realtà internazionale e rappresenta il secondo player nel mercato della panificazione industriale in Italia e in Spagna, con circa il 50% del fatturato realizzato all’estero. Il percorso di crescita per linee esterne intrapreso del Gruppo rientra nel piano strategico volto a concentrare lo sviluppo sul mercato della bakery, attraverso sia il consolidamento del presidio in Italia sia l’espansione sui mercati esteri. L’obiettivo strategico del Gruppo nel medio termine è di continuare il presidio sui mercati già coperti e sviluppare nuove opportunità in Paesi ad alto potenziale per le categorie di riferimento. Mi riferisco in particolare al mercato statunitense dove stiamo lanciando le prime cinque sku’s.

Alioscia Marzachi (Morato Group)

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Non perdere niente! Iscriviti alla nostra newsletter.

Lascia un commento

Alioscia Marzachi (Morato Group)